Alpinista

Tamara Lunger

TRASFORMARE I SOGNI DI BAMBINA IN AVVENTURE ESTREME

Quando Tamara Lunger era una teenager manifestò il suo sogno di scalare una montagna alta 8.000 metri. Nel 2010, a soli 23 anni, è diventata la scalatrice più giovane a salire in cima al Lhotse, nella catena dell'Himalaya in Nepal, la quarta vetta più alta del mondo. Alpinista pluripremiata continua a spingersi oltre i limiti del possibile.

Qual è stato il successo più grande della tua vita? O della scorsa settimana?

Di sicuro è stata la scalata del Nanga Parbat nell'inverno del 2016. Anche se mi sono avvicinata a quasi 70 metri dalla vetta e ho avuto un incidente durante la discesa, questa esperienza mi ha arricchito tantissimo ed è stata molto istruttiva. Ho iniziato a meditare parecchio. Mi sono interrogata sulla vita, sul mio futuro e sui valori. Giorno dopo giorno, sono diventata sempre di più la persona che volevo essere.

Che cosa ti spinge ogni volta ad accettare la sfida, a scoprire di più, a fare nuove esperienze?

C'è sempre qualcosa di nuovo da imparare su sè stessi. Non c'è niente di più bello che scoprire la propria vera indole a contatto con la montagna, osservare sè stessi in modo sincero e preciso. La mia esperienza migliora con l'avanzare degli anni. Più mi spingo oltre, più mi sento attratta dalla purezza e dal lato selvaggio della montagna.

Perché usi l’abbigliamento GORE-TEX?

Per la sua reputazione. Quella di GORE-TEX è davvero eccezionale. Scegliere l'attrezzatura da arrampicata è un po' come scegliere il partner con cui scalare insieme una montagna. Devono essere affidabili, con esperienza, sempre pronti a darti una mano. Indipendentemente da quello che succede. Semplificarti le cose quando il gioco si fa duro. Ed è importante essere sempre pronti. A dir la verità da quando mi dedico all'alpinismo è stato sempre il mio sogno far parte del team GORE-TEX. Mi piace ciò che rappresenta questa community!

In due parole. Pensi essere “nata per...”?

Sono nata per scoprire la natura e l'alta quota. E per superare i miei limiti.  

 

Mi piace correre nel vento. Mi fa sentire viva e piena di energia. Alcune volte mi respinge con potenza, ma io vado avanti. Se un giorno non riesco a controllare il vento, la mia giacca GORE-TEX mi protegge. Quando sono sotto sforzo, o durante le pause, sono pronta a ciò che mi attende. Sentieri in mezzo alle foreste, percorsi di montagna, pareti rocciose. Potrei indossarla praticamente ovunque, ed è proprio il mio stile. La indosso anche quando non mi alleno.

Tamara Lunger

Alpinista

Successi e traguardi più importanti
  • Scalata del Gora Pobeda, a quota 3.003m, con Simone Moro, forse la montagna più fredda del pianeta.
  • Apertura di una nuova via su Island Peak durante un tentativo di scalarta del Manaslu in Nepal. Dislivello: 6.182m.
  • Scalata del Nanga Parbat in Pakistan, conosciuto anche come la "Montagna killer". A 70 metri dalla vetta ha rinunciato a salire per non mettere a rischio la vita dei suoi compagni. Dislivello: 8.126m.
  • Seconda donna italiana a salire sul K2, conosciuto anche come la "Montagna selvaggia", al confine tra Pakistan e Cina, senza l'ausilio dell'ossigeno. Dislivello: 8.611m.
  • Vincitrice della GORE-TEX Transalpine-Run, una corsa della durata di otto giorni attraverso Germania, Austria, Svizzera e Italia.
  • La donna più giovane a raggiungere la vetta del Lhotse sulla catena dell'Himalaya in Nepal. Dislivello: 8.516m.

Gore-tex Newsletter